Ossido di zinco per gli arrossamenti del culetto del bebè

Quando si parla della cura della pelle del bebè, si entra in un campo che per molti aspetti è diverso rispetto a quello della cura della pelle di un adulto.

La pelle di un neonato, o comunque di un bambino, presenta delle caratteristiche fisiologiche uniche: è molto più sottile, le ghiandole sebacee non sono attive e il contenuto di acqua è nettamente superiore.

Una delle aree che nel bebè ha bisogno di un occhio di riguardo è sicuramente
quella del pannolino: arrossamenti ed irritazioni possono essere all’ordine del giorno se non curata adeguatamente.

Pannolini lasciati in loco per troppo tempo, pieni di pipì e pupù sono altamente pericolosi. Questi scarti dell’organismo, infatti, possono quasi “bruciare” la pelle risultando un vero problema.

Continua a leggere