Conservante o Antiossidante? Facciamo chiarezza.

I conservanti e gli antiossidanti sono due ingredienti essenziali nella formulazione di un cosmetico.
Ne prolungano la vita, garantiscono degli standard qualitativi, sono una sicurezza per il benessere del consumatore, e in alcuni casi possono anche rivelarsi dei preziosi alleati nei confronti della pelle.
Esistono delle condizioni in cui sia gli uni che gli altri possono essere assenti. Infatti, in cosmetici che non contengono oli, gli antiossidanti non sono necessari, mentre in quelli che non contengono acqua, i conservanti possono essere omessi.
Molto spesso chi si diletta a produrre i propri cosmetici in casa fa un po’ di confusione tra questi due gruppi di ingredienti, e non di rado mi è capitato di leggere post o ascoltare Youtubers definire come conservante l’antiossidante.

Continua a leggere

Come conservare i cosmetici

I cosmetici, così come gli alimenti o i medicinali, hanno una scadenza.
Questa data è necessaria per garantire la sicurezza del consumatore, ma a volte sembra sia regolata da una società sempre più orientata al consumismo, che ci obbliga a buttare il prima possibile ciò che acquistiamo.
Come sicuramente saprete, i cosmetici possono avere o una data di scadenza vera e propria preceduta da una clessidra, oppure un simbolo che rappresenta un vasetto, nel quale è racchiuso un numero seguito da una lettera, generalmente la lettera “M”, che indica il tempo entro il quale terminare il prodotto (PAO: period after opening).
A volte possono essere presenti entrambe queste diciture.
La scadenza di un cosmetico o le indicazioni temporali entro il quale terminare un prodotto, sono essenziali quando nel cosmetico è contenuta l’acqua. L’acqua, infatti, rappresenta un ottimo terreno nel quale batteri, lieviti e muffe possono svilupparsi e moltiplicarsi molto rapidamente.