Inulina: un alleato naturale per pelle e capelli

L’inulina è un polisaccaride formato dalla ripetizione di molte unità di fruttosio (uno zucchero a 5 atomi di carbonio), a cui è legata una molecola di glucosio (uno zucchero a 6 atomi di carbonio) in posizione terminale.
Si tratta di una sostanza che si trova nelle piante, soprattutto quelle appartenenti alla famiglia delle Compositae e delle Liliaceae, la cui funzione principale è quella di fornire energia.
L’inulina vegetale normalmente si estrae dalla cicoria, ma si trova anche nei carciofi, nel grano, nella cipolla, nell’aglio, nella banana, nell’agave, ecc.

L’uso di questa sostanza è davvero variopinto, e il campo di applicazione può essere diverso: trova impiego nel settore alimentare, nel settore farmaceutico e nel settore cosmetico.




 
 
Settore alimentare e farmaceutico.
L’inulina appartiene al gruppo dei polisaccaridi non digeribili, ovvero le fibre che, dopo l’ingestione, sono fermentate dai microbioti intestinali, regolando il transito intestinale, stimolando la crescita della flora batterica e migliorando l’assorbimento del calcio, del magnesio e del fosforo.
Inoltre è in grado di abbassare la pressione e di ridurre i livelli del colesterolo.
Partendo dal presupposto che per avere una pelle bella bisogna avere un intestino “in ordine”, l’assunzione degli alimenti o degli integratori che contengono inulina, contribuiscono indirettamente anche ad aumentare la bellezza cutanea.
 
Settore cosmetico.
L’inulina è un ingrediente molto usato sia nei prodotti per la cura dei capelli che per la cura delle pelle.
Capelli e cuoio capelluto
Gli effetti che l’inulina sortisce in queste zone sono diversi.
In particolare, l’attività ammorbidente e condizionante è connessa agli zuccheri che la compongono, i quali, grazie alla presenza dei gruppi OH, sono in grado di legare moltissime molecole di acqua, da cui ne derivano le proprietà umettanti.
Agisce dunque come un condizionante naturale che rende la chioma più maneggevole e voluminosa.
A differenza delle normali sostanze condizionanti che sono comunemente usate nel balsamo o nella maschera, come i tensioattivi cationici, che presentano cioè una carica positiva sulla molecola, l’inulina non ha cariche, è quindi non ionica, ed è facilmente incorporabile in numerosi prodotti cosmetici senza grossi problemi di incompatibilità.
L’inulina è anche fondamentale per lo scalpo. Laddove esistano condizioni di forfora o evidente disequilibrio della flora batterica cutanea, questo ingrediente protegge l’ecosistema batterico del cuoio capelluto.
Pelle
L’inulina trova applicazione anche nel campo dello skin care, nel quale è molto usata per le sue proprietà idratanti, calmanti e riequilibranti.
L’azione idratante è strettamente legata alla presenza dei gruppi idrossilici (OH) degli zuccheri, che legano acqua e apportano idratazione.
L’azione calmante e riequilibrante è legata alla capacità di ripristinare e rafforzare la normale flora batterica.
Sulla pelle, infatti, esiste un delicato equilibrio che può essere facilmente alterato. Su di essa esistono batteri, funghi e lieviti “buoni”, che ogni giorno, e costantemente, combattono contro i batteri e i funghi “cattivi”, mantenendola sana.
La barriera cutanea, però, può alterarsi facilmente: anche solo un lavaggio è capace di rompere questo equilibrio e dare vita a problemi come arrossamenti e sensibilità. In questo caso è utile l’applicazione di sostanze che siano in grado di rafforzare la flora batterica per combattere le alterazioni cutanee.
Usando i prebiotici come l’inulina, i batteri amici della pelle crescono più velocemente e più forti, creando una barriera contro i danni causati da inquinamento, cambi di temperatura, eccessiva esposizione al sole, freddo pungente, ecc.




2 pensieri su “Inulina: un alleato naturale per pelle e capelli

  1. Loreta ha detto:

    L’articolo è molto importante istruttivo , mi è piaciuto scoprire una cosa nuova, che non sapevo. Mi chiedevo se l’inulina si può applicare sulla pelle direttamente? Mescolandola con un po’ d’acqua
    Grazie loreta

    • Ilaria, Farmacista Cosmetologa ha detto:

      Scusami, vedo solo adesso il commento!
      Grazie mille! È sempre meglio usare gli ingredienti associati tra di loro; in questo modo si ottiene sempre un miglior risultato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *